affitta sale meeting

ricerca avanzata

Photo Gallery Eventi Trascorsi

GIACOMO PORETTI - Il 33,3 % del trio Aldo Giovanni e Giacomo UN MESTIERE DEL DIAVOLO - Ettore Gotti Tedeschi LE DONNE EREDITERANNO LA TERRA - Aldo Cazzullo MASSIMO RECALCATI - La famiglia e la scuola: i nodi cruciali della nostra società FORZA TORO! La cavalcata del mondo
Mercoledì 30 maggio 2018, ore 10.00

SAPORI, ERBE E AROMI: ECCELLENZE DEL PIEMONTE

Appuntamenti del mercoledì mattina - II serie 2018 

L’imprenditore Giuseppe Pichetto, già presidente dell’Unione Industriale e della Camera di Commercio di Torino,  parlerà di “Sapori, erbe e aromi: eccellenze del Piemonte” . Le erbe aromatiche hanno da sempre avuto un ruolo importante in cucina; nel Medioevo venivano utilizzate per mascherare i cattivi odori e scongiurare il dilagare di malattie: negli ospedali si bruciavano bacche di ginepro e rosmarino per disinfettare l'aria e prevenire il contagio. Nei monasteri si studiavano le proprietà medicinali delle erbe, si preparavano medicine e si compilavano erbari; il popolo però si rivolgeva prevalentemente a guaritrici e levatrici che preparavano cure a base di erbe “semplici”, che potevano essere reperite facilmente.  Nel Rinascimento le spezie vennero messe da parte e si ristabilì l'uso primario di erbe fresche o essiccate in cucina: le erbe infatti esaltavano maggiormente il sapore delicato di ingredienti semplici e stagionali. I poteri "magici" di molte erbe ne limitarono l'uso nel tardo rinascimento e ricomparvero in Inghilterra ai primi dell'800, quando coltivare un giardino di erbe aromatiche significava essere "alla moda".

COLLABORATORI ED ENTI PATROCINANTI